Denunciare i Professori Marxisti, l’idea lanciata su Twitter dalla nostra Ala adesso è ripresa dall’AfD

Tom Von Oben
Il Daily Stormer
October 12, 2018

La mia generazione , le precedenti dopo il 1945, e le attuali, non possono negare e quindi testimoniano che la scuola abbia una maggioranza di professori nel suo Corpo Insegnanti che faccia costantemente politica di sinistra durante le lezioni ai nostri ragazzi.
Una spudorata vergogna.

Questa gentaglia dovrebbe essere arrestata, messa sotto processo, e impiccata.

Il loro insegnamento politico piace tanto ai giovani, infatti specialmente l’Italia ha:
la più alta disoccupazione giovanile dell’Unione, il più alto uso di stupefacenti tra gli adolescenti, lo strato culturale con meno lettura di libri e conoscenza di tutto il mondo occidentale.

I risultati tangibili di questi insegnamenti marxisti sono ovunque nella nostra società.
E di questi grandi risultati dobbiamo ringraziare il corpo docenti.

Il Giornale :

Un anno e mezzo fa era stato il consolato generale della Turchia nel Nord Reno-Westfalia a fare notizia: secondo i principali giornali tedeschi dell’ovest, da quella sede diplomatica era partito l’invito alle famiglie turche in Germania a usare i propri figli come informatori del regime.
I ragazzi avrebbero dovuto denunciare gli insegnanti tedeschi di origine turca ostili al presidente Recep Tayyip Erdogan.
La notizia scandalizzò i tedeschi, contribuendo ad approfondire il solco fra Ankara e Berlino. Oggi la storia si ripete, con altri protagonisti. La sezione di Amburgo di Alternative für Deutschland ha allestito un portale online «Neutrale Schule» (la scuola neutrale) che permette agli studenti di segnalare gli insegnanti che si esprimano contro il partito. Nato euroscettico, diventato anti-immigrazione e venato da incursioni soprattutto lessicali nel linguaggio dell’estrema destra, AfD è la pietra dello scandalo della politica tedesca. La circostanza, poi, che AfD sottragga voti trasversalmente a tutto lo schieramento e che di recente sia sceso in strada a Chemnitz a fianco di hooligan dalla testa rasata ne fa una formazione largamente odiata da chi non la vota.

Denunciare questi sciacalli che sono messi con fiducia davanti ai ragazzi per formare i loro cervelli dallo Stato credo sia un dovere morale e etico primario.

Interpellati dalla stampa tedesca, diversi esponenti di AfD hanno invece difeso la bontà del progetto, spiegando che la scuola neutrale non ha niente a che fare con l’istigazione alla denuncia, ma che è la declinazione in senso scolastico del più generale principio di neutralità dello Stato. Da molti mesi AfD continua a crescere nei sondaggi, premiata dai tedeschi preoccupati soprattutto per l’ingresso nel Paese di centinaia di migliaia di profughi. Ma in una Germania dove il ricordo dei metodi della Stasi è ancora vivo e presente, con la «scuola neutrale» AfD potrebbe avere premuto un tasto sbagliato.

Molti docenti di Adolf Hitler erano dei ferventi Nazionalisti che si battevano per il loro territorio, per la difesa della propria Cultura, della Storia e delle Tradizioni contro il caos, i conflitti sociali, e i disordini.

Il Terzo Reich fu espressione anche di quell’Ordine che fu impartito ai ragazzi di allora, il desiderio di costruire qualcosa di unico rifacendosi al meglio del proprio passato.

I professori marxisti invece desiderano distruggere il nostro passato, riscrivere la storia, spargere il caos nella società e regalare le nostre terre agli stranieri che le trasformeranno esattamente come le terre che hanno lasciato alle spalle.

Denuncia in ogni sede i professori che fanno politica cultural marxista.

Andate a scuola per imparare a costruire e non a distruggere.

Commenti