Il Povero Migrante Disperato ferito da Luca Traini era invece uno spacciatore e un violento

Tom Von Oben
Il Daily Stormer
September 18, 2018

Dio della Guerra…


Il Giornale :

Il 3 febbraio diventò – suo malgrato – una delle vitime di Luca Traini, il 28enne che seminò il panico sparando all’impazzata tra le vie di Macerata.
Qualche ora dopo era fuggito dall’ospedale dove era stato ricoverato per delle ferite alla gamba destra. E ora Gideon Azeke è finito anche lui in cella.
Come rivela Il Resto del Carlino, infatti, il 27enne nigeriano è stato fermato dagli agenti in borghese in zona Convitto, probabilmente per vendere droga. Ma all’alt dei poliziotti ha risposto in modo violento, opponendo resistenza e provando a scappare. Infine ha ingoiato un involucro, probabilmente la droga che stava consegnando. Così è stato arrestato per resistenza e violenza a pubblico ufficiale ed è sospettato di spaccio, anche se l’accusa non è stata ancora formalizzata.
Azeke è arrivato in Italia due anni fa ed è già stato segnalato in Questura. Ha dei precedenti proprio per spaccio. Nel corso delle operazioni di stamattina – dove è stato arrestato anche un 40enne del Gambia – due agenti sono rimasti feriti.

Allora Traini non aveva colpito per rappresaglia dei poveri disgraziati ma dei gran bastardi spacciatori di morte e violenti con il prossimo, bastardi che le Sinistre , con la complicità di certa Stampa, mentendo sul loro conto ci piazzano nella porta accanto.

Dio ha donato agli Africani un immenso continente… almeno 30 volte più grande dell’Europa, nessuno si chiede come mai lo stanno abbandonando?

Ci portano le loro violenze, la morte, la guerra.

E vogliono SKY gratuito…durante tutto questo.

Il Nord Europa che era progredito ora si trova intasato da questi non bianchi. Anche il Dalai Lama ha espresso una viva preoccupazione per quanto sta avvenendo qui senza alcun ritegno e rispetto per i discendenti di chi questa Europa l’ha costruita.

La soluzione non è certo quella di sparare a casaccio ma di unirci dietro il nostro Imperatore e riportare pace e giustizia in Italia prima che nel Mondo.

Iniziative come quella di pattugliare i nostri confini sono lodevoli, e di questo dobbiamo ringraziarci noi tutti, la Nazione Imperiale Salviniana.

Hail Caesar.

Commenti