La Cultura dell’Invasione svela il modo in cui la Natura predispone il Dominio Umano

di Tom Von Oben
Il Daily Stormer
October 6, 2018

El Pais :

Più di 5.000 anni fa un gruppo nomade di pastori cavalcava dalle steppe dell’Europa orientale per conquistare il resto del continente. Il gruppo, oggi noto come cultura Yamna o Pit Grave, ha portato con sé una tecnologia innovativa, i carrelli a ruote, che ha permesso loro di occupare rapidamente nuove terre. Più di 4.500 anni fa, i discendenti di queste persone raggiunsero la penisola iberica e spazzarono via gli uomini locali, secondo una nuova ricerca condotta da un team di scienziati internazionali.
La collisione di queste due popolazioni non è stata amichevole; invece, gli uomini che arrivarono annientarono gli uomini locali “, spiega David Reich, un professore di genetica all’Università di Harvard che ha presentato i risultati della ricerca ad un evento organizzato dalla rivista New Scientist il 22 settembre, prima della pubblicazione dello studio.

Chiaramente dalla Storia e dalle scoperte archeologiche e genetiche scopriamo che una razza superiore di uomini, tecnologicamente avanzata, ha sempre soppiantato una più arretrata e in stato selvaggio. Così la natura ha svolto il suo ruolo nel mondo animale e umano da migliaia di anni, fino a quando non è arrivato il Marxismo a gridare e blaterare le sue idee psicopatiche contro la Natura.

L’arrivo degli invasori ostili in quella che oggi è la Spagna e il Portogallo ha avuto “un impatto genetico rapido e generalizzato“, ha detto lo scienziato spagnolo Íñigo Olalde in una conferenza due settimane fa a Jena, in Germania. Secondo Olalde, durante l’età del bronzo, le popolazioni successive avevano “il 40% delle loro informazioni genetiche e il 100% dei loro cromosomi Y dai migranti”.
Dato che i bambini ereditano il cromosoma Y dai loro padri, “questo significa che gli uomini che sono arrivati ​​hanno avuto un accesso preferenziale alle donne locali, ancora e ancora”, ha detto Reich all’evento di settembre.
Tre anni fa, un altro gruppo di ricerca guidato da Reich ha suggerito che le lingue indoeuropee – la famiglia linguistica a cui appartiene la maggior parte delle lingue europee – si sono sviluppate attraverso la cultura Yamna e i loro discendenti.
Ci siamo resi conto che la penisola iberica non era solo colonizzata dalla prima ondata migratoria neolitica di 8.000 o 9.000 anni fa, ma anche da una successiva 4.500 anni fa, che portò con sé una cultura molto diversa“, ha detto.
Tracce di guerra e carrelli a quattro ruote si trovano negli strati di terra che risalgono a 4500 anni fa. “Da allora in poi, quasi tutte le tombe degli uomini erano piene di armi, ornamenti, esibizioni di ricchezza. L’archeologia rivela segni marcati di una società gerarchica che ha rotto con il vecchio egualitarismo del primo periodo neolitico “, ha detto Risch.

E’ qualcosa di già noto. Dove i Cro-Magnon prosperarono i Neanderthal furono spazzati via, sterminati. Così la nostra Natura funziona. Evoluzione.

Oggi invece i Neanderthal stanno invadendo massicciamente e massacrando i Cro-Magnon e gli effetti che questa inversione di legge naturale che sta avvenendo, se non fermata in tempo, non sono imprevedibili, ma prevedibilissimi, cioè : Estinzione sia dei primi che dei secondi.

Commenti