La Maggioranza degli Ebrei non è Semita, quindi l’Anti-Semitismo non li riguarda

Tom Von Oben
Il Daily Stormer
September 11, 2018

Antisemitismo? Non è qualcosa che va contro gli ebrei ma contro i semiti: come palestinesi, arabi, siriani, libanesi…
Gli ebrei , la stragrande maggioranza di loro, proviene dall’Europa, quindi non sono semiti. Koestler l’aveva detto e adesso gli studi genetici confermano, infatti riteneva che il diritto dello Stato di Israele si basasse sul mandato delle Nazioni Unite e non sulle alleanze della Bibbia o sull’eredità genetica.

L’ebreo è su tutte le furie poichè non avrebbero alcuna rivendicazione storica per Israele, né sarebbero oggetto della promessa biblica di Canaan agli israeliti,in altre parole le basi teologiche dei sionisti religiosi ebrei e dei sionisti cristiani sono…hmn..fottute?

Ma poichè noi Ariani siamo buoni vi lasceremo quella terra che avete rubato ai SEMITI arabi palestinesi, una terra che avete violentato e che ancora violentate immotivatamente.
Parlate di pace ma fate massacri, parlate di pace solo perchè COMPRATE IL VOSTRO DIRITTO DI PAROLA E DI ESPRESSIONE e oscurate quello degli altri che vi criticano, e che addirittura vi prendono in giro, censurandoli e accusandoli… di.. Antisemitismo..LoL.

Phys.org :

Da dove viene il popolo ebraico? Questa è una domanda che gli antropologi, gli storici e i teologi hanno studiato per millenni.
Secondo la mitologia, i Giudei discendono da tre patriarchi, Abramo, Isacco e Giacobbe, che sono sepolti nella Grotta dei Patriarchi ( Grotta di Machpelah ) a Hebron – una città palestinese e un sito del patrimonio mondiale situato nel sud della West Bank, 19 miglia a sud di Gerusalemme.
Sepolti accanto a loro si dice che siano Adamo ed Eva e le quattro Matriarche – Sara, Rebecca, Leah e Rachel. La grotta non è mai stata scavata, ma in cima è un edificio relativamente moderno (metà del primo secolo), che Erode il Grande costruì, probabilmente per onorare i suoi antenati.

E cappuccetto rosso mangiò il lupo cattivo.

Per una riflessione più scientifica sul dibattito sull’origine ebraica, la recente analisi del DNA degli ebrei ashkenazi – un gruppo etnico ebraico – ha rivelato che la loro linea materna è europea. È stato anche scoperto che il loro DNA ha solo il 3% di ascendenza antica che li collega al Mediterraneo orientale (noto anche come Medio Oriente) – cioè Israele, Libano, parti della Siria e Giordania occidentale. Questa è la parte del mondo di cui si dice che gli ebrei provenissero originariamente – secondo l’Antico Testamento. Ma il 3% è una quantità minuscola, e simile a quello che gli europei moderni nel loro complesso condividono con i Neanderthal. Quindi, dato che il legame di ascendenza genetica è così basso, gli ebrei ashkenazi gli antenati più recenti devono provenire da altrove.

Quindi, non sono semiti ma europei o europei-asiatici.

Per capire perché questo è il caso, dobbiamo tornare indietro nel tempo, per vedere da dove provenivano questi altri antenati. Inizia in Persia (l’Iran moderno) durante il sesto secolo. Questo è dove la maggior parte degli ebrei del mondo vivevano in questo momento.
La tolleranza dei persiani incoraggiò gli ebrei ad adottare nomi persiani, parole, tradizioni e pratiche religiose e ad arrampicarsi sulla scala sociale guadagnando il monopolio del commercio. Hanno anche convertito altre persone che vivevano lungo il Mar Nero, alla loro fede ebraica. Ciò ha contribuito ad espandere la propria rete globale .
Tra questi convertiti c’erano gli Alani (popolo pastorale nomade iraniano), greci e slavi che risiedevano lungo le coste meridionali del Mar Nero. Dopo la conversione, tradussero l’Antico Testamento in greco , costruirono sinagoghe e continuarono ad espandere la rete commerciale ebraica.
Questi ebrei adottarono il nome Ashkenaz, e il DNA degli ebrei ashkenaziti può essere rintracciato in “Ancient Ashkenaz” – un’intersezione di rotte commerciali nella Turchia orientale. Le misteriose origini degli ebrei ashkenaziti sono state svelate dagli scienziati grazie al DNA antico.
Il DNA degli oratori yiddish potrebbe provenire da quattro antichi villaggi nel nord-ovest della Turchia.

Ora sappiamo che al tempo in cui questi ebrei adottarono il nome Ashkenaz, acquisirono anche mutazioni asiatiche uniche sul loro cromosoma Y. È qui che entra in gioco un altro importante gruppo di persone nella nostra storia – e sono chiamati Gok-Turks.
Durante il VI secolo , questi popoli nomadi erano governati da una tribù turca siberiana chiamata Ashina. Furono costretti dall’impero cinese Tang – che al momento era al potere in Cina – a migrare verso ovest verso il Mar Nero.
Grazie alle loro capacità organizzative e militari, l’Ashina riunì molte tribù in questa zona e nacque un nuovo impero chiamato “Khazar Khaganate“. Offrendo libertà di culto e tassando il commercio, queste persone salirono rapidamente al potere.
Il gruppo asiatico di queste mutazioni del DNA , trovato in ebrei ashkenazi, probabilmente proveniva dall’élite Ashina e da altri clan Khazar, che si convertirono dallo sciamanesimo all’ebraismo. Ciò significa che l’Ashina e il nucleo clan Khazar furono assorbiti dagli ebrei ashkenaziti.
Fu anche in questo periodo che l’élite ebraica adottò molte usanze slave. E sulla base delle mie ricerche precedenti, suggerirei che l’yiddish è stato sviluppato come un linguaggio segreto per aiutare nel commercio.

Non c’e’ niente di nuovo per i più informati. Nel 1976 fu pubblicato il libro di Arthur Koestler “La Tredicesima Tribù”, dove avanzava la tesi che gli ebrei ashkenazi non discendono dagli israeliti dell’antichità biblica, ma dai Khazari, un popolo turco. I Khazari che si convertirono, come spiega lo studio storico-genetico, all’Ebraismo nell’ottavo secolo, migrando verso l’Europa quando la loro economia incominciò a crollare.

Quello che successe dopo fu che l’impero ebraico iniziò a crollare. Dal decimo secolo, gli ebrei sul Mar Nero migrarono in Ucraina e in Italia. L’yiddish divenne la lingua franca di questi ebrei ashkenazi e assorbì parole tedesche mantenendo la grammatica slava. E mentre il commercio globale passava nelle mani di italiani, olandesi e inglesi, gli ebrei venivano messi da parte. Ciò che tutto ciò dimostra è che utilizzando la moderna tecnologia genetica – che consente agli scienziati di tracciare il passato delle persone moderne – si può scoprire un nuovo apprezzamento per gli antenati ebrei.

L’intento di Koestler, come il nostro, era di far scomparire l’ antisemitismo confutando le sue basi razziali.

Koestler: “Nella prima parte di questo libro ho tentato di tracciare la storia dell’Impero Khazar basandomi sulle scarse fonti esistenti.Nella seconda parte, i capitoli V -VII, ho compilato le prove storiche che indicano che la maggior parte dell’ebraismo orientale – e quindi dell’ebraismo mondiale – è di origine khazar-turca, piuttosto che semitica. Nell’ultimo capitolo ho cercato di dimostrare che le prove dell’antropologia concorda con la storia nel confutare la credenza popolare in una razza ebraica discendente da una qualsiasi tribù biblica“.

L’Ebreo sta piangendo ora, asciugategli le lacrime…

Koestler fu attaccato e la sua tesi svilita, il suo libro fu rifiutato in molti paesi, tra cui l’Italia e la Francia, boicottato da molti altri Stati, e questo perchè l’informazione e la cultura accademica dopo il 1945 è stata sempre sotto l’egida degli Israeliani,  dei gentili filo-israeliani, e dei marxisti.

Che vergogna.

In The Invention of the Jewish People, L’Invenzione della Gente Ebraica, Shlomo Sand, ebreo ma critico dei metodi israeliani, storico del cinema, e insegnante di storia intellettuale francese e nazionalismo all’Università di Tel Aviv , scrive: “[…] mentre i Khazar spaventavano gli storici israeliani, nessuno dei quali ha mai pubblicato un solo articolo sull’argomento. La tredicesima tribù di Koestler ha irritato e provocato reazioni rabbiose: i lettori ebrei non hanno avuto accesso al libro stesso per molti anni, venendone a conoscenza solo attraverso le denunce velenose“.

Il mondo arabo e non solo critica quindi la volontà da parte di una razza a maggioranza non semita a voler realizzare la promessa religiosa e storica degli Israeliani di tornare nella loro terra d’origine..semplicemente perchè…………………  LA PALESTINA NON E’ LA LORO VERA TERRA D’ORIGINE.

La classica accusa di “AntiSemitismo” ogni qualvolta si criticano o prendono in giro gli ebrei è semplicemente RIDICOLA

Ricorda Ebreo Ashkenazi…

Io sono Ariano Europeo e sono tuo Padre…

Commenti