L’Avvelenatore del Tallio è un Supremazista Ebraico, lui avvelenava per purificare

Tom Von Oben
Il Daily Stormer
November 20, 2018

Quello che i giornali e il comune mainstream non racconta, lo raccontiamo noi, o come i nostri lettori più assidui avranno ormai capito: nell’aberrante dirompenza della verità e nient’altro che nuda verità.

La Repubblica :

Monza, uccise tre parenti avvelenandoli con il tallio: Mattia Del Zotto assolto per infermità mentale.
Mattia Del Zotto, il 28 enne di Nova Milanese (Monza) che nell’estate del 2017 ha avvelenato con solfato di tallio nove membri della sua famiglia – uccidendone tre – è stato assolto dal gip del Tribunale di Monza Patrizia Gallucci perché ritenuto totalmente incapace di intendere e volere al momento dei fatti. Per lui, però, il giudice ha stabilito che dovrà essere rinchiuso in una struttura psichiatrica per dieci anni.
Dichiarò: ”Ho ucciso per punire gli impuri
“Affetto da un disturbo delirante, totalmente incapace di intendere e volere al momento dei fatti perché affetto da vizio totale di mente”. Così il perito incaricato dal giudice, nelle scorse settimane, aveva definito Del Zotto, imputato per omicidio volontario plurimo premeditato e lesioni plurime: con il solfato di tallio acquistato su Internet aveva ucciso i nonni paterni e una zia, avvelenando altri componenti della sua famiglia, in un crescendo durato mesi. Un giallo che ha angosciato la Brianza con decessi e ricoveri, fino a quando non è stato individuato l’autore.
Il gip Patriza Gallucci ha sposato la tesi del suo consulente, analoga a quella della difesa, assolvendo Del Zotto per totale vizio di mente e respingendo la richiesta di condanna all’ergastolo del pm Carlo Cinque, il cui perito aveva invece giudicato il 28enne solo parzialmente incapace di intendere e volere. Come aveva spiegato lo stesso Del Zotto agli investigatori, versava il tallio negli alimenti e nella tisana che sua madre, all’oscuro di tutto, serviva agli altri parenti perché voleva “punire gli impuri“.

Il Diagramma della Morte: qui Mattia ricostruiva il suo albero genealogico e annotava le quantità di tallio somministrate come in una cartella clinica

Gli Ebrei si ritengono “il popolo eletto”, scelti da Dio per guidare l’umanità.
Secondo la loro visione profetica di Abramo, gli ebrei sono la razza superiore.
Ovviamente al contrario, i non ebrei sono gli “impuri“.

Vi avevano detto che gli Ariani erano i soli a proclamarsi come la razza superiore e pura?

Sfidate gli accademici, poichè vi confermeranno quello che ho appena scritto.

Comunque non mi dilungherò su questo, cioè su chi è chi, perchè il tema qui è un altro.

Questo giovane avvelenatore padovano si è convertito al Giudaismo molti anni fa, molto prima di osare pensare il suo ben , o quasi, studiato piano per sterminare la sua famiglia, e così pulire il suo albero genealogico.


Consapevolmente, quindi nel pieno delle sue facoltà mentali decise di uccidere coloro i quali non avessero deciso di convertirsi, e qui , questa che appare una scelta non arbitraria, chiamata vizio di mente, dato che dava loro una scelta, esattamente come il rapinatore che ti punta una pistola ed esclama: “O la borsa o la vita”. Dovremmo concludere che tutti i rapinatori sono infermi di mente dato che il loro cervello è stato plasmato dalla crescita e sviluppo in un brutto ambiente sociale, o che siano condizionati da geni che ne predispongano l’attitudine alla criminalità.

La Religione allora assorbe la Scienza e ne fa un tutt’uno, un fenotipo eletto.

Questo articolo è apparso su Haaretz, noto quotidiano ebraico, qualche settimana fa.

Gli Scienziati scoprono un gene che predispone gli Ebrei Ashkenazi alla schizofrenia. Variazioni del gene DNST3 fannno più probabile che gli Ebrei Ashkenazi sviluppino schizofrenia e malattie simili.

Gli Ashkenazi sono ebrei non semiti ma discendenti da una popolazione indoeuropea, proprio come noi. Gli Ashkenazi Ebrei sono , ripeto, non semiti, infatti hanno sembianze europee caucasiche, portano i nostri geni,

e rappresentano la maggioranza degli israeliani in Israele e nel mondo. Solo il 5% , o poco più, degli Ebrei è realmente semita, proprio come gli arabi.

Quindi quello che non va in tutta questa storia , concludendo, è il Giudaismo, la più grottesca delle Religioni di Abramo.

Quell’uomo non dovrebbe più uscire dal carcere perchè il suo sistema operativo neuronale è stato seriamente compromesso e non possiamo più ripararlo.

Vostro onore, non ho nient’altro da aggiungere.

 

 

 

Commenti