L’Imperatore conferma il Genocidio Bianco Europeo e viene assalito da un Merde, alors

Tom Von Oben
Il Daily Stormer
September 14, 2018

Il Giornale :

Matteo Salvini stava parlando delle sue politiche sull’immigrazione quando il responsabile lussemburghese degli Esteri e degli Affari europei, Jean Asselborn, lo ha interrotto, dando vita ad uno scambio duro di parole di fronte agli altri colleghi europei.
Il leghista è oggi a Vienna per il summit con i ministri dell’Ue e tra una stoccata e l’altra contro l’Onu ha dovuto pure far fronte ai borbotti dell’omologo lussemburghese.

Quando sentite questi buonisti, sinistorsi, marxisti, pacifisti, teste di cazzo della prima ora, dire che abbiamo bisogno dei subshariani o definitivamente dei Non Bianchi perchè in Europa c’e’ un calo dmeografico sappiate che questi loschi individui stanno ammettendo a chiare lettere il Genocidio Bianco di noi europei.

E’ evidente.

E’ una pulizia etnica passata per sostituzione etnica volontaria.

L’Imperatore, il nostro Imperatore non è d’accordo..

Io penso di essere al governo e pagato dai miei cittadini per aiutare i giovani per tornarli a fargli fare figli. E non per espiantare il meglio dei giovani africani e rimpiazzare i giovani eurpei”.

così viene così interrotto da un testa di merda pagato dai kike per fare loro da portavoce

Le parole del vicepremier italiano però non sono piaciute al ministro lussemburghese che era seduto al suo fianco. “Non so se in Lussemburgo ci sono queste esigenze, noi in Italia aiutiamo i nostri figli ad avere altri figli. Non ad avere nuovi schiavi per soppiantare i figli che non facciamo più“. A quel punto, tolti qualche secondo di differita per via della traduzione, si sente Asselborn borbottare al microfono “Ale ale alè”, facendo il verso a Salvini: “bla, bla, bla…”

Asselborn, una faccia da porco in sughero invecchiato:

è un subalterno di Juncker, ed è quello che voleva buttare fuori l’Ungheria dall’Unione nel 2016 per la sua politica anti-immigrazione, peccato non lo abbiano fatto, dovrebbero buttarci fuori loro invece di cercare di andarcene da soli, dsarebbe più facile, ma hey… questo è l’ordine della tirannica troika europea che vuole il nostro sterminio, non possiamo andarcene volontariamente, nè essere cacciati, il cancro lavora allo stesso modo di questo Politburo 2.0 .

A scuola , sui giornali, nel comune parlare delle piazze, parlano delle dittature nazionaliste come del male assoluto..
Male assoluto perchè avrebbero evitato il nostro sterminio?
Avrebbero evitato la degenerazione dei costumi?
Avrebbero evitato la nostra crisi demografica?
Avrebbero evitato la regressione e recessione economica in Europa?

Nell’immediato Salvini si è limitato a rispondere che quelle sono le sue posizioni, legittime. Poi però è iniziato lo scontro verbale vero e proprio. “Io non l’ho interrotta cortesemente”, dice Salvini. Ma Asselborn perde la pazienza e sbotta: “In Lussemburgo, caro signore, avevamo migliaia di italiani che sono venuti a lavorare da noi, dei migranti, affinché voi in Italia poteste avere i soldi per i vostri figli”. E poi conclude con una espressione colorita: “Merde, alors“.

Conclude con quello che passa meglio dentro il suo cervello e la sua bocca di sudicio maiale e becero porco: “Merda”, quella dove lui annaspa tutti i giorni cercando di trascinarci tutti.

Io non voglio rimanere un secondo in più in questa Europa, è la fine e la mortificazione dell’essere umano in quanto europeo e millenario.

Se siete stufi di tutto questo allora non accettate più il compromesso: non si può avere la moglie ubriaca e la botte piena, chi pensa di moderarsi davanti a chi lo sta scuoiando o è un malato incapace di intendere e volere o è un masochista, non esistono altre spiegazioni, così è.

E questi “pezzi di merde, alors” vogliono farci tutti indulgere nell’Etnomasochismo. Beh… si fottano.

Chi pensa che sia impossibile uscire da quest’Europa “Unita solo per dire” allora non sarebbe uscito di casa durante la Rivoluzione Francese nel 1789.

Sostenere il nostro Imperatore è al momento il massimo che possiamo fare in questa battaglia per riconquistare la nostra autodeterminazione e la nostra sovranità.

Ancora una volta…

Hail Victory

Commenti