Tre Negrisabbia stuprano una ragazzina ad Avezzano

Tom Von Oben
Il Daily Stormer
September 6, 2018


Il Giornale :

Avezzano , un nome che solo di recente è ricordato come culla di un’associazione a delinquere di imprenditori, politici e pluripregiudicati, destinata alla corruzione, dediti a tutt’altro che a difendere gli interessi della collettività e della loro sicurezza.

La violenza sessuale si è consumata nei dintorni di Avezzano, in provincia de L’Aquila.
Qui la giovane, mentre camminava tra i vicoli del comune abruzzese, sarebbe stata attirata in trappola dai tre nordafricani, che poi l’hanno immobilizzata e abusata.

Quando dicono “ah ma gli immigrati sono gente che lavora“, si , certo, i genitori immigrati lavorano e i loro figli vanno in giro in branco a stuprare le ragazzine.

Due di loro – 24 e 26 anni di età – sono stati rintracciati e indagati dagli inquirenti, mentre il terzo è ancora a piede libero. Nella richiesta della Procura al giudice per le indagini preliminari si legge: “Il gruppo costringeva la minore a seguirli in un vicolo con una scusa; uno di loro la spogliava e la costringeva ad un rapporto sessuale”.
Da quanto emerso dalle indagini – come riporta Leggo – pare che i tre magrebini conoscessero la minorenne e che la frequentassero da qualche tempo. Proprio la testimonianza della giovane è stata decisiva: dopo aver raccontato la violenza subita ai genitori, ha denunciato il tutto ai carabinieri, nonostante fosse stata minacciata dagli extracomunitari di non dire niente a nessuno, onde evitare ritorsioni.

Certo, la fanciulla si fidava di quei diversi, non bianchi, PERCHE’ LA PERVERSA E MALVAGIA CULTURA DI SINISTRA, il cultural marxismo imperante, l’aveva convinta a fidarsi di loro.

Gli ignoranti pensnao che le ideologie sono cose morte, superate. Si sbagliano.

L’Ideologia Marxista è viva e vegeta e miete ancora pesanti, pesantissimi danni in tutto l’Occidente.

Commenti